22 Mag 2009 Corpo > Sonno
Dormire troppo

sonnolenzaIpersonnia: un disturbo del sonno che colpisce il 5% della popolazione

Molte ore di sonno notturno, difficoltà a svegliarsi, irritabilità, sonnolenza durante tutto il giorno, “sonnellini pomeridiani” giornalieri (o quasi)… vi riconoscete? Magari pensate che sia la primavera, oppure vi sentite in colpa perché pensate di essere pigri. Invece potrebbe trattarsi di un disturbo del sonno, chiamato ipersonnia.
Di solito compare tra i 15 e i 30 anni ed è caratterizzato non tanto da improvvisi attacchi di sonno, quando da un cronico bisogno di dormire, che accompagna la persona durante tutta la giornata. Ci si addormenta molto in fretta (bastano pochi minuti), mentre il risveglio è difficoltoso e lascia confusi.

Cause dell’ipersonnia

Le cause possono essere diverse. Alcune forme di ipersonnia sembrano avere origine nel cervello: in seguito a un danno subito o come eredità genetica, i meccanismi che regolano il sonno risultano alterati. In altri casi, la causa può essere una forma di narcolessia, oppure apnee notturne o disturbi motori durante il sonno.
Tra le cause ci sono anche fattori psicologici, come la depressione.

Una forma particolare di ipersonnia

Si chiama sindorme di Klein-Levin e colpisce soprattutto gli adolescenti di sesso maschile. Oltre al sonno cronico si riscontrano apatia, aumento dell’appetito e forte desiderio sessuale. La malattia funziona per attacchi, che possono durare un giorno o diverse settimane, e che si ripresentano a cadenza sempre meno frequente finché non scompaiono completamente. Non se ne conosce la causa.

Cosa fare se si dorme troppo

Se avete dei disturbi del sonno e pensate che possa trattarsi di ipersonnia o di qualche altra malattia, la cosa migliore è parlarne con il vostro medico e poi, se è il caso, fissare una visita in un centro del sonno. Un elenco si trova sul sito dell’Associazione Italiana Narcolettici.

VN:F [1.0.9_379]
Punteggio: 4.1/5 (7 voti)
 Vitamica consiglia... 
Lascia un commento